Ti trovi qui: Home

News

Giornata di studi in onore del Prof. Guy Aston

Venerdì 12 aprile 2019, presso il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione dell'Università di Bologna a Forlì, si terrà una giornata di studi in onore del Prof. Aston

L'italiano L2 in una prospettiva plurilingue

Si segnala il master di II livello organizzato dal Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture moderne dell'Università di Bologna che si terrà tra maggio e novembre 2019

Avviso di Seminario (Roma, 5 febbraio 2019)

Lunedì 4 febbraio alle ore 11, Vanessa Piccoli (Laboratoire ICAR, ENS/Lyon) terrà un seminario intitolato "Non entra niente nel cervello: un'analisi interazionale di consultazioni psicoterapeutiche con pazienti migranti in Francia"

Il Centro Interuniversitario AIM

Nasce da una convenzione tra gli Atenei di Bologna, Genova, Macerata, Modena e Reggio Emilia, Napoli - L'Orientale, Perugia Statale, Perugia Stranieri, Roma 3, Siena e Trieste e ha sede amministrativa presso l'Ateneo di Modena e Reggio Emilia. 

I membri del Centro AIM si occupano di ricerche interdisciplinari sulla comunicazione parlata , soprattutto in ambiti istituzionali e in contesti interculturali. Intendono promuovere attività di ricerca, discussione scientifica, divulgazione e formazione.

Sono di interesse del Centro AIM studi riguardanti le interazioni che contengano forme di mediazione (ad esempio da parte di mediatori linguistici, oppure insegnanti, oppure coordinatori di dibattiti, mediatori di pace e altri operatori istituzionali) in ambiti come quello scolastico, sanitario, giuridico, dei servizi assistenziali, dei luoghi di lavoro.

Il Centro AIM propone le sue attività in un ampio quadro di contatti nazionali ed internazionali , che permettono di creare un dibattito scientifico di ampio respiro. Il Centro AIM intende così contribuire ad arricchire il panorama della ricerca italiana ed insieme internazionale.

Il Centro AIM mira ad unire opportunità di riflessione e discussione all'offerta di servizi di progettazione, formazione, consulenza, fruibili anche da soggetti diversi, come Enti Pubblici e privati, ONG, imprese, ecc.

 
Documento: Testo Convenzione